Facebook è il nuovo LinkedIn! (la sindrome del Vip che cambia locale)

/ aprile 19, 2016/ Tecnologia e strumenti digital

Tempo di lettura:2 minuti

Da qualche tempo a questa parte, leggo di continue critiche rivolte ad utenti di LinkedIn che sembra lo stiano trasformando in una brutta copia di Facebook.

Facebook è il nuovo Linkedin! | Vendomeglio

Ne parlano blogger (Rudy Bandiera), riviste on line fanno paralleli tra i due social indicando come uno copi l’altro (Corriere Comunicazioni), e nei post sul social definito business in cui ci sono discussioni continue sui contenuti da condividere e da evitare.

Digitando “LinkedIn non è Facebook” appaiono diversi risultati: segno che il tema è dibattuto.

Linkedin vs Facebook | Compromeglio

Qui però vorrei valutare l’aspetto contrario che si sta sviluppando: Facebook era ritenuto il punto di incontro dello svago, dei perditempo, dei post inutili, mentre sta crescendo l’utilizzo lavorativo, business, serioso, e guarda caso sono in calo le condivisioni personali; già da diverso tempo infatti vengono citate da diverse fonti (a novembre il calo era del 50% rispetto all’anno precedente) ed è nuovamente notizia di questi giorni che le condivisioni stiano ancora calando.

Aggiungere non conoscenti era difficoltoso e gli amici erano realmente conosciuti nel quotidiano; oggi tra ex compagni di scuola su cui curiosare e professionisti con cui entrare i contatto, sono sempre più spesso i secondi i più frequenti.

Come strumento di ricerca ed offerta lavoro stanno aumentando gruppi, pagine, contenuti. Sono ormai quasi scomparsi i gattini mentre non ho alcuna difficoltà a leggere quotidianamente di Seo e Content, di contratti di collaborazione o di mandati.

Che significato ha questo cambio di piattaforme?

Solo due anni fa la separazione era ancora netta e nel blog di Davide “Tagliarbe” Pozzi si leggeva:

(LinkedIn) rimane indiscutibilmente uno dei pochi social con un obiettivo ben circoscritto, che non è quello di cazzeggiare inutilmente (qualcuno ha detto Facebook?), bensì quello di agevolare i contatti in ambito lavorativo.

Oggi i contorni sono sempre più sfumati, il gruppo ‘Lavoro e Concorsi’ su Facebook ha più di 1 milione di fan!

Che si scambiano offerte e richieste di lavoroLavoro e concorsi Facebook | Compromeglio

Ma come? Linkedin è il social lavorativo per eccellenza e le persone utilizzano Facebook per lavoro? Quindi a breve dovrei iniziare a trovare gattini su LinkedIn?

Ecco appunto…..

gattini-su-linkedin-compromeglio

Ma tutto ciò ha un motivo? Una ragione? O avviene in maniera casuale?

Sarei curioso di sentire pareri esperti a riguardo, la mia idea è che sia la risposta alla “sindrome del Vip”, ovvero che quando un luogo comincia a diventare troppo affollato da ogni genere di utenti, chi si vuole mettere in mostra ne cerca uno meno affollato.

  • Tu Cosa ne dici?
  • Hai iniziato a postare selfie balneari su LinkedIn o mantieni un utilizzo prettamente lavorativo?
  • Hai cercato offerte di lavoro, o postato i tuoi prodotti e servizi su Facebook?

Lascia il tuo commento qui: