Instagram Reels: la nuova sfida di Zuckerberg lanciata a Tik Tok

Scopri Reels, la nuova funzione di Instagram per la tua azienda: queste le (poche) differenze con Tik Tok

Per la seconda volta, Instagram ci riprova. Solo che in questo caso dall’altra parte non c’è Snapchat ma Tik Tok, ed oggetto di discussione non sono più le stories ma i tipici video clip della piattaforma cinese. La storia dunque si ripete. In due parole, ecco la risposta di Mark Zuckerberg al social network che sta facendo letteralmente impazzire la “generazione Z”: Instagram Reels.

Instagram Reels: cos’è, come funziona e a che cosa serve

L’ultima novità di Instagram si chiama Reel. Lanciata in oltre 50 paesi mondiali il 5 agosto 2020, questa funzione ti permette di creare video divertenti della durata massima di 15 secondi. In seguito, potrai aggiungere e divertirti con i molteplici strumenti creativi messi a disposizione dalla piattaforma: dalla musica all’audio reale, dagli effetti di “realtà aumentata” al cronometro ed il conto alla rovescia, dalla didascalia all’immagine in anteprima, dagli hashtag ai tag, fino alla possibilità di modificare la velocità del video. Dopo l’ultimo aggiornamento di Instagram, puoi trovare l’apposita icona in basso (un ciak di colore bianco).

Una volta terminata la registrazione – che può esser effettuata anche “a pezzi” – puoi salvare e condividere il video con i tuoi “amici”. Diversamente dalle stories dove a vederti sono solo i tuoi followers, però, i Reel offrono una visibilità decisamente maggiore: questo perché, se il profilo è pubblico, le clip vengono caricate in un apposito spazio virtuale – una raccolta denominata “Top Reels” all’interno della sezione “Esplora” – a cui l’intera community di Instagram può accedere. A seconda dei propri interessi, ogni utente vedrà i Reel pertinenti creati dagli altri. Per chi ha un profilo privato, invece, le opportunità non sono da meno: una delle sue caratteristiche più interessanti, infatti, è la possibilità di inviare i video in privato o di scegliere di condividerli solo con una ristretta cerchia di amici. Inoltre, i Reel non vengono cancellati dopo 24 ore.

Dal novembre 2019, Instagram Reels è stata testata per la prima volta in Brasile, terzo paese al mondo per numero di utenti iscritti ad Instagram. Il social di proprietà di Facebook ha ripetuto la stessa strategia di quella adottata qualche anno fa con Snapchat: testare la nuova funzione in una community particolarmente propensa alla creazione di contenuti e in cui, soprattutto, il competitor – Tik Tok in questo caso – non è ancora così affermato. Dopo 9 mesi di sperimentazioni, ecco l’arrivo di Instagram Reels anche nel mercato italiano, disponibile sia per gli utenti Android che per quelli iOs.

Instagram Reels vs Tik Tok: le principali differenze

Premessa: Instagram Reels è pressoché identico a Tik Tok. Inutile nasconderlo: Instagram ha letteralmente copiato le migliori funzioni del social cinese, apportando solo qualche piccola modifica. Diversamente da quanto avvenuto qualche anno fa con Snapchat, però, stavolta Instagram ha a che fare con un vero e proprio colosso: Tik Tok è il social network preferito dagli adolescenti, che giorno dopo giorno stanno sempre più abbandonando la piattaforma americana a favore di quella cinese.

Tuttavia, esiste qualche differenza. Innanzitutto, la durata dei video: mentre Reel permette un tempo massimo di 15 secondi, le creazioni di Tik Tok possono arrivare anche fino a 60 secondi. Quella che però forse è la più grande differenza tra i due competitors è alla base: Reel è una funzionalità di Instagram (un social network), mentre Tik Tok è una vera e propria piattaforma. Da qui emerge una caratteristica fondamentale: per accedere a Reel è necessario avere un account Instagram, mentre per visualizzare i contenuti creati da Tik Tok non è richiesta alcuna iscrizione.

Instagram Reels: è un valido strumento per il business?

Sebbene Reel sia una funzionalità nata in ottica di divertimento e sperimentazione, sicuramente può essere un nuovo e utile strumento per il tuo account business su Instagram. Il motivo è in primo luogo legato alla visibilità: attualmente la piattaforma sembra spingere maggiormente i reels rispetto alle stories, ai video o ai post, ed in modo naturale gli utenti stessi sono maggiormente portati a guardare le ultime novità rispetto ai classici post. Se le tue stories vengono visualizzate da non più di 200 persone, i tuoi reels nello stesso lasso di tempo potranno raggiungere anche 2000 utenti. Come sempre occorre una strategia, e in questo caso anche una buona dose di creatività.

Qualche numero per approfondire

Vuoi saperne di più? Le statistiche possono darci un piccolo aiuto.
Instagram conta oltre un miliardo di utenti attivi, di cui solo il 29% ha un’età compresa fra i 18 e i 24 anni; Tik Tok, invece, che vanta circa 800 milioni di iscritti, registra addirittura il 41% di utenti con età compresa fra i 16 e i 24 anni. Ciò significa che, se la tua offerta è rivolta ad un pubblico più ampio del suddetto range, vista la più bassa percentuale di giovani su Instagram e l’elevata presenza di giovani (e giovanissimi) su Tik Tok, allora potrebbe essere molto interessante per te investire su Instagram Reels.

Usi un account aziendale Instagram ma non sai come sfruttare al meglio l’autenticità di Reel?
Contattaci, siamo a tua completa disposizione! Non vediamo l’ora di svelarti tutti i segreti e le curiosità di questo strumento!

Matteo Zinani

Copywriter in Vendomeglio Digital Hub.